GIOVANISSIMI REGIONALI : TORNEO CITTA’ DI AVIANO. VINTO IL GIRONE.

VISINALE 26 APRILE 2018

PRATA FALCHI VISINALE 5 VS 1 TORRE PN

“Già fatto?”. I meno giovani, si ricorderanno certamente quella pubblicità con la bambina preoccupata che attendeva di ricevere la “siringata” e che invece non sentiva nessun dolore e se ne usciva appunto con questa domanda meravigliata e felice.
Il terzo ed ultimo turno di qualificazione al torneo di Aviano ha fatto invece avvertire il pizzichio dell’ago ai Falchi, allorquando al minuto 20 un giocatore del Torre sembra semplicemente “ciccare” la palla in area ed invece il giovane arbitro fischia il calcio di rigore tra la meraviglia generale. Penalty trasformato e palla al centro. Occasioni su occasioni ed il primo tempo si conclude dopo due minuti e 14 secondi di recupero, col Torre di bianco-viola vestito in vantaggio e gli avversari con le mute nero-rosse, impallati, difficilmente riconoscibili.
La seconda frazione di gioco vede finalmente i ragazzi di mister Statuto entrare in campo con tutt’altro spirito e non a caso al minuto 8, Michelazzo fa un velo semi-volontario per Polo, che piazza basso a fil di palo, riportando le sorti della partita in parità. Nemmeno il tempo di accusare il colpo ed il Torre è colpito nuovamente, questa volta è Marin su calcio d’angolo a fare il “Koulibaly” della situazione colpendo violentemente di testa e rovesciando il risultato dello scontro. Il Torre si innervoscisce e rimane in 10 per l’espulsione per doppio giallo del loro numero 3. Colpiti due volte in due minuti ed in inferiorità numerica “la Torre” traballa e presta il fianco ripetutamente agli attacchi dei ragazzi di Visinale, che muniti di simbolico ariete abbattono nuovamente le mura avversarie grazie all’ottima imbeccata di Nicolae per Consorti che realizza freddamente a tu per tu col portiere avversario. Al 21° la partita è virtualmente finita grazie a Turchetto – subentrato al 19° a Marin – che viene falciato in area e Bruccoleri che trasforma la massima punizione. Trascorrono solo 4 minuti e di nuovo un incontenibile Turchetto si procura un nuovo calcio dagli 11 metri. Questa volta se ne incarica Bulli e si va su un impietoso 5-1, con quindi tutti e 3 gli “ex” ad andare a segno. 4 minuti e 18 secondi di recupero ed il direttore di gara decreta la fine delle ostilità.
Ora per diversi giorni questo torneo non interesserà più a giocatori e staff, visto che la qualificazione e come primi del girone è assicurata con 3 vittorie su 3 partite disputate. La testa quindi adesso deve rimanere ben salda e concentrata sulle ultimi partite di campionato e sugli altri due tornei che cominceranno a stretto giro. (Omar Battiston).

FALCHI NEETWORK NEWS

Rispondi