GIOVANISSIMI REGIONALI : A VENCON, “una partide vergugnose!”.

VISINALE 09 APRILE 2018

GEMONESE 2 VS 2 PRATA FALCHI VISINALE

 

In una mattinata dalle chiare peculiriatà primaverili, il caratteristico paese di Venzone, ospita l’odierna partita tra la Gemonese ed i Falchi.
Buono il terreno di gioco ed altrettanto buono il ritmo che le due compagini decidono di tenere durante tutta la partita. Con questi presupposti si intuisce subito che la competizione sarà viva e entusiasmante ed infatti così accade.
Al 3° minuto Lorenzon intuisce bene le intenzioni avversarie e con una perentoria uscita bassa sventa il primo attacco dei padroni di casa. Trascorrono solo 3 minuti e Turchetto ha la possibilità di portare avanti la sua squadra, allorquando scavalca di testa il portiere avversario in uscita disperata, ma un difensore salva poco prima che la palla entri in porta. Esiste un vecchio adagio nel calcio, che recita:”Goal sbagliato, goal subito” ed infatti una sessantina di secondi dopo è la Gemonese a segnare con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Ma la gioia dei padroni di casa dura un nonnulla, visto che al minuto 8, gli ospiti battono il primo calcio d’angolo della partita, sfruttando uno schema ben conosciuto dai calciatori di Visinale, col “velo” di Nicolae per Consorti che piazza basso alla sinistra del portiere avversario. Nei 12 minuti successivi i Falchi calciano altri 2 corner, ma senza impensierire eccessivamente la difesa del Gemona. Al minuto 22 l’accoppiata Michelazzo-Marin decide di graziare il portiere e 2 minuti dopo è Consorti a vedersi parata la conclusione in porta e lo stesso esito ha la conclusione di Turchetto un minuto dopo. Al 29° il contatore dei calci d’angolo per i Falchi si porta sul 4 e poco dopo anche i padroni di casa possono batterne uno, grazie alla buona copertura di Coral sull’attaccante avversario. Altro giro delle lancette dei secondi ed altra occasione, questa volta sui piedi di Michelazzo che non inquadra la porta. Gli ultimi due minuti di gioco vedono protagonisti ancora i Falchi dapprima con 2 calci d’angolo e sul finire del primo tempo con l’ammonizione a Nicolae per simulazione.
I primi 5 minuti della ripresa sono sufficienti affinchè il Gemona ribalti il conto dei cartellini gialli ed in ambedue i casi per fallo su Coral. Al 7° i Falchi tornano in vantaggio grazie ad una punizione rasoterra filtrante di Marin ad imbeccare Nicolae che controlla e segna con un potente mezzo esterno. Al minuto 10 divengono due anche gli ammoniti dei ragazzi della bassa pordenonese, con Polo, reo di fallo al limite dell’area. Ma il Gemona non ci sta e vuole vincere almeno come numero di ammoniti e al 15° arriva a quota 3. 4 minuti dopo Caverzan rileva Marin e due minuti prima che Bruccoleri prenda il posto di uno stanco Turchetto, arriva anche il cartellino numero 4 per i padroni di casa, nella fattispecie al numero 5 per fallo su Michelazzo al minuto 25. La seconda frazione di gioco vede però una “Glemona” più convinta e pericolosa e a 3 minuti dal termine dei tempi regolamentari agguanta il pareggio, grazie ad un incontenibile numero 15, che da quando entra semina il panico nella difesa di mister Statuto ed infatti è suo l’assist per il compagno col numero 17. Due minuti dopo Busetto prende il posto di Consorti e fino al minuto 40, ossia dopo i 5 minuti di recupero, non accade più nulla, a parte l’ennesima ammonizione per un giocatore di casa per un fallaccio da dietro.
Come dite? Dove sta la “partide vergugnose”? Ah, non chiedetelo a noi, ma ai 3 “ultras di casa” di una certa età tra l’altro, che birre alla mano per tutta la partita, gridando si sono lamentati della direziona arbitrale, senza che davvero qualcuno capisse di cosa poi si lamentassero, (Omar Battiston).

FALCHI NEETWORK NEWS

Rispondi